• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Blog

Basta un poco di aglio

L’aglio è una pianta erbacea perenne e rappresenta uno dei rimedi più antichi e diffusi della medicina popolare. Il suo utilizzo viene raccomandato frequentemente anche nel Papiro di Ebers, il più antico testo medico che ci sia pervenuto, risalente al 1500 a.c. D’altronde gli Egizi sono stati i più grandi consumatori di aglio nella storia ed attribuivano delle proprietà divine a questa pianta. Nell'Antica Grecia invece era un dopante naturale: gli atleti consumavano grandi quantità per migliorare la performance sportiva.

L’allicina: un principio attivo con proprietà farmacologiche

È proprio questo il componente responsabile dei benefici dell'aglio. Tra i suoi effetti troviamo:

- Riduzione delle calcificazioni a livello coronarico, particolarmente utile in pazienti con Calcium Score elevato

- Effetto regolatore sulla pressione arteriosa - soprattutto la diastolica o "minima" - e sul tono vascolare grazie all’aumentata sintesi di ossido nitrico che induce una graduale vasodilatazione

- Proprietà antimicrobiche: la fitoterapia moderna raccomanda il consumo di piante del genere Allium per le infezioni delle vie respiratorie ed in caso di parassitosi intestinali

- Inibizione del processo di ossidazione del colesterolo circolante, ritenuto responsabile della progressione dell'aterosclerosi

- Azione simile all'aspirina grazie all'influenza sul'aggregazione piastrinica

I numerosi benefici sull'apparato cardiovascolare dipendono dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, che proteggono il cuore dalle specie reattive dell’ossigeno. Il suo effetto positivo sull'ipertensione e sulle placche aterosclerotiche riduce globalmente le probabilità di avere un infarto agendo sui fattori più frequentemente responsabili di un aumentato rischio cardiovascolare. Stiamo parlando, quindi, di una pianta dagli effetti fenomenali!

Come assumere l’aglio?

Chiariamo subito che mangiare ogni giorno gli spaghetti aglio, olio e peperoncino non è una strategia efficace per sfruttare i benefici di questa pianta. Se non sei un grande consumatore di aglio potresti utilizzare un integratore contenente l'estratto di aglio invecchiato. La Kyolic è un'azienda giapponese conosciuta in tutto il mondo per la commercializzazione di questo prodotto. Le sue capsule gastroresistenti fanno in modo che la polvere (100% di bulbi proveniente da agricoltura biologica) venga liberata solo nel tratto intestinale in modo da evitare nausea ed alito cattivo. 

Oltre agli integratori presenti sul mercato, esiste una strategia casalinga per non farsi mancare la propria dose giornaliera di allicina. I benefici di questa pianta vengono estremamente ridotti da tutti i metodi di cottura, motivo per cui è meglio promuovere il consumo a crudo. Il metodo descritto di seguito è stato tramandato per centinaia di anni per la sua particolare efficacia nel ridurre il discomfort gastro-intestinale e l’alito cattivo.

Istruzioni:

- Acquista aglio biologico di qualità. Inizia con mezzo spicchio per poi incrementare fino al dosaggio di due spicchi al giorno.

- Ottieni dei pezzi molto piccoli (della grandezza di una compressa) e lasciali riposare alcuni minuti sul tagliere. In questo modo faciliterai la reazione biochimica di idrolisi enzimatica mediata dall’enzima mirosinasi.

- In seguito aggiungi l’aglio a pezzi in un bicchiere d’acqua riempito a metà. Aspetta ancora 5 minuti e poi comincia a bere il tuo preparato. Ti raccomando di non masticare l’aglio ma di mandarlo giù come se fosse una pillola.

- Provare per credere. Nessun effetto collaterale.

Ci sono pochi dubbi: l’aglio fa bene al cuore!

PS per approfondire:

Leggi l'articolo: "Una mammografia per il cuore"

Condividi!

Iscriviti alla Newsletter